Informativa Cookies

venerdì , 13 dicembre 2019

Preseminario San Pio X

E’ un’istituzione creata da don Giovanni Folci (1890-1963) un sacerdote della diocesi di Como, cappellano militare durante la prima guerra mondiale. Nel 1926 don Folci eresse un santuario dedicato a Gesù Divin Prigioniero (in riferimento a Gesù Prigioniero d’Amore nel Tabernacolo), a Valle Colorina, in diocesi di Como, dove era parroco.

Accanto a questo santuario, volle fondare anche un istituto che si occupasse dei ragazzi in ricerca della propria vocazione per prepararli ad entrare in seminario.

L’opera venne costituita in associazione sacerdotale diocesana, vincolata alla diocesi di Como e fu apprezzata da papa Pio XII, che nel 1956 affidò ad essa il servizio liturgico in Vaticano.

Paolo VI, nel 1971, concesse come sede al Preseminario il palazzo San Carlo, a pochi metri dalla casa Santa Marta. Il Preseminario ospita ragazzi della scuola media e del ginnasio-liceo che vogliono capire se il Signore li chiama al sacerdozio. Essi frequentano l’istituto Sant’Apollinare, che ha sede nel seminario romano minore e prestano il servizio liturgico come ministranti nella basilica di San Pietro. Sono conosciuti perciò come “i chierichetti del Papa”. Don Folci morì nel 1963, dopo aver desiderato, fino all’ultimo, unicamente sacerdoti e laici santi.

Momenti significati della nascita del Preseminario S. Pio X

  • 1954-55: trattative tra don Folci e il Capitolo Vaticano
  • 2 gennaio 1956: partenza per Roma da Valle di Colorina e alloggio in via Garibaldi a Roma Trastevere presso istituto di suore
  • 16 gennaio 1956 inizio del servizio in Sacrestia e nella Basilica di San Pietro
  • 26 novembre 1956 trasferimento del Preseminario al 3° piano della Canonica
  • 1970-1971 il Preseminario si trasferisce nel Palazzo S. Carlo. Attuale sede.

Approfondisci