Informativa Cookies

Preseminario San Pio X: Per i ministranti nella basilica di San Pietro comincia l’estate

I PARTECIPANTI

L’esperienza estiva di quest’anno vede la presenza di 72 ministranti italiani che, divisi in tre gruppi, saranno in Preseminario dal 14 giugno al 30 luglio, e di 51 ministranti maltesi, anch’essi divisi in tre gruppi di 15 giorni ciascuno, dal 1° agosto al 10 settembre. In totale sono 123 i ministranti di età compresa tra i 12 e i 18 anni che hanno aderito a questa esperienza unica e privilegiata di servizio liturgico nella Papale Basilica di San Pietro in Vaticano.  Sarebbero stati di più, ma a molti abbiamo dovuto dire di no per mancanza di posti. A loro vanno aggiunti 8 sacerdoti educatori, 10 assistenti, 7 mamme. E non bisogna dimenticare le famiglie di questi ragazzi che vivranno alcuni giorni a Roma con i propri figli.  E’ certamente una grande occasione di accompagnamento vocazionale in linea con il carisma del nostro Fondatore Don Giovanni Folci che voleva che il Preseminario fosse “un luogo privilegiato” per aiutare i ragazzi e i giovani a scoprire la propria vocazione.

A SERVIZIO DELLA BASILICA DI SAN PIETRO

Così il Cardinale Angelo Comastri: “Il servizio nella Basilica di San Pietro ha un’importanza straordinaria e una risonanza che neppure immaginiamo…. La presenza dei sacerdoti e dei giovani del Preseminario in servizio nella Basilica di San Pietro e nelle celebrazioni della S. Messe, possiamo dire, che è il volto dell’accoglienza in Basilica e, di conseguenza, per molti è il ricordo più bello che portano a casa … Ritengo che Don Folci aveva ben chiara l’importanza dell’educazione dei giovani nell’età adolescenziale e capiva che questo luogo unico fosse un ambiente straordinario per aiutare i giovani a maturale le scelte decisive per la loro vita”. (Card. Angelo Comastri, Vicario Generale di Sua Santità, Arciprete della Papale Basilica di S. Pietro, 16 gennaio 2019)

CON IL SOSTEGNO DI PAPA FRANCESCO

Anche papa Francesco nei numerosi incontri avuti con i chierichetti ha sempre manifestato la sua stima, il suo affetto e il suo apprezzamento nei confronti del Preseminario. Anche utimamente, nella lettera di Pasqua con la Sua firma autografa che ci ha inviato così conclude: “Ringrazio … la Comunità del Preseminario San Pio X, per il pensiero augurale, che mi avete fatto giungere in occasione della Santa Pasqua … Volentieri benedico l’intero Istituto Opera Don Folci e i carissimi ministranti unitamente alle loro famiglie, con l’augurio di testimoniare il rinnovato palpito di vita della Pasqua del Signore. Per favore, continuate a pregare per me”. (Papa Francesco, 17 aprile 2019)

UN’ESPERIENZA UNICA

L’esperienza estiva è unica per il luogo (la location) dove si svolge e per la proposta di crescita integrale della persona, umana e cristiana, che viene offerta. Prevede:

  1. il servizio liturgico nella Basilica di San Pietro in Vaticano a contatto con i sacerdoti che provengono da tutto il mondo;
  2. la vita in comune con ragazzi e giovani provenienti da ogni parte d’Italia e anche dall’estero;
  3. la visita ai monumenti più importanti di Roma;
  4. i tempi di svago e ricreativi;
  5. i momenti formativi e di preghiera;
  6. l’incontro con papa Francesco per una foto-ricordo.

LA COLLABORAZIONE DEI CHIERICHETTI DI MALTA

E’ una tradizione che si ripete ormai dal 1965. Guidati da Mons. Francis Bonnici e accompagnati da sacerdoti e seminaristi, anche quest’anno sono 51 i ministranti dell’isola di Malta che, divisi in tre turni di 15 giorni ciascuno, sostituiscono gli alunni del Preseminario San Pio X dal 1° agosto al 10 settembre. Con l’aiuto dei sacerdoti del Preseminario, essi compiono un piccolo ma significativo percorso di formazione spirituale e liturgica, oltre che sociale e culturale. Un itinerario il cui culmine è rappresentato dall’incontro col Papa Francesco. Altro momento centrale della loro esperienza è la messa celebrata dal cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica Vaticana e Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, insieme con sua Ecc.za Mons. Vittorio Lanzani, delegato della Fabbrica di San Pietro. In quell’occasione viene consegnata ai ministranti la tradizionale fascia rossa (faxxa hamra in lingua maltese) con le insegne della Basilica di San Pietro.

A TUTTI IL NOSTRO GRAZIE

Desideriamo ringraziare i ministranti e quanti (educatori, animatori, mamme) stanno vivendo questa esperienza estiva che, siamo sicuri, rimarrà per sempre nel cuore di tutti come un ricordo bellissimo. Siamo grati ai genitori di questi ragazzi e ai loro sacerdoti per la fiducia che hanno riposto in noi, educatori del Preseminario, e per aver consentito ai loro figli e ai loro chierichetti di sperimentare la gioia di essere, almeno per 15 giorni, “i ministranti della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano”, dove ogni giorno vengono a celebrare la santa Messa sacerdoti, (mediamente 120 al giorno!) di ogni razza, lingua, popolo e nazione. È l’incontro con la Chiesa Universale che qui, a Roma, in papa Francesco trova la sua unità e la sua guida. Se poi qualcuno di questi meravigliosi ragazzi volesse prolungare questa esperienza durante il prossimo anno scolastico, noi siamo ben felici di accoglierlo come un figlio. Il Preseminario sarà la sua “seconda” casa!

LEGGI IL LIBRETTO INFORMATIVO SULL’ESPERIENZA ESTIVA DI MINISTRANTE